«

»

Mar 06

L’idioz… ehm… la simpatia sconfinata dei tedeschi.

Quale migliore occasione per tornare a scrivere… se non per sputare un po’ di veleno?

Diciamo subito che ieri sera si è svolta la finale tedesca per l’Eurovision, Unser Song für Österreich (La nostra canzone per l’Austria, titolo originalissimo, per niente banale).

A parte lo stracciamento di coglioni per i brani in gara, e lo scazzo per l’uscita immediata dei Noize Generation, il tutto è stato abbastanza comico. Perché? Perché dopo aver passato il resto della serata ad ascoltare la presentatrice (vestita in modo opinabile con una crocchia in testa secondo me pure finta) blaterare ogni 3×2 “FANTASTISCH, FANTASTISCH!” siamo arrivati alla “superfinale a 2”.

 

Una certa Ann Sophie, una specie di Lena Meyer dei poveri, e un tizio con l’aria da nerd “leggermente” sovrappeso vestito con una felpa con la zip. Il classico abbigliamento che uso io d’inverno. In casa però. Vabbè, tralasciando questo ha vinto lui con, notizia dell’ultima ora, il 70% e passa dei voti. Impassibile durante la proclamazione, con Ann Sophie che invece stava impazzendo (ed era a un passo dal darsi fuoco ai peli pubici in diretta tv) prende il microfono e con una calma serafica dice “Io sono soltanto un piccolo cantante, non me la sento di affrontare un palco così importante. Credo che la canzone di Ann Sophie sia più adatta alla manifestazione… quindi passo a lei il mio titolo”.

 


 

Ora… con calma…

1) Non stai partecipando alla sagra della salsiccia. Il nome banale di merda dello show non ti era chiaro?

2) Se io avessi speso anche un solo centesimo per televotarti probabilmente verrei a cercarti per darti un calcio dritto sul setto nasale.

3) Du ist ein koglionen.

E vabbè, quindi andrà la Lena dei poveri.

Ma credete sia finita qui? No. Perché ovviamente loro sono simpaticissimi e la presentatrice improbabile, parlando della partecipazione dell’Australia (vabbè, no comment, andate a leggervi online la storia) se n’è uscita con questa bellissima frase:

“Non vi chiedete perché l’Australia partecipi all’Eurovision 2015, partecipa anche la Grecia sebbene non sia in Europa!”

Un attimo che conto fino a 10.

1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 e 10.

Ma brutta cogliona. Non sei simpatica. Innanzitutto come battuta non fa ridere ed è abbastanza penosa, poi se proprio vogliamo la Grecia è la culla della civiltà occidentale, quella di cui anche il vostro cervellino crucco fa parte. Come ne fa parte, purtroppo, il vostro cattivo gusto nel vestire.

 

PS: Ah, dimenticavo, quando tutti si renderanno conto che i vostri dati economici sono falsati (per dire, in Germania la disoccupazione risulta bassa perché viene considerato occupato anche chi riceve un sussidio di disoccupazione o ha un minijob di merda da 300 euro al mese) e scenderete dal piedistallo sbattendo il muso contro un muro io mi sparerò una sega a due mani ballando il sirtaki e urlando “Pame Ellada!”.

 

Share and Enjoy

1 comment

  1. Ezio

    La proverbiale finezza tesdesca….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


*